birra weiss
Francesco selicato

Francesco selicato

Birra Weiss: le caratteristiche della birra di frumento

La birra Weiss, chiamata anche birra Weizen (in tedesco Weißbier) è una birra tedesca che letteralmente significa “birra bianca”. Ma il colore non indica il colore della birra bensì del chicco con cui viene prodotta, ossia il grano.

Se nella Germania del sud, con il termine Weissbier si intendono solo le birre Weizen, ossia quelle prodotte con il frumento, in altre parte della Germania ci si riferisce con questo termine anche alle birre d’orzo ad alta fermentazione.

In questo articolo andremo a dare un assaggio virtuale alle birre Weiss. Vedremo infatti più nel dettaglio come vengono prodotte e quali sono le loro caratteristiche organolettiche, che le rendono birre dal sapore unico e inconfondibile.

Cos’è la birra Weiss (o birra Weizen)?

La birra Weiss è una classica birra bavarese ad alta fermentazione che vengono fermentate a partire da speciali lieviti della famiglia dei Saccharomyces cerevisiae che le conferiscono un sapore e un aroma differente dalle altre birre e assolutamente caratteristico.

Ma che differenza c’è tra la birra Weiss tedesca e le birre bianche francesi, belghe (bière blanche) e olandesi (witbier)?

Molto semplice.

Le birre Weiss tedesche vengono prodotte con del frumento maltato e senza l’aggiunta di altri ingredienti oltre ai 4 ingredienti classici della birra, ossia acqua, malto, luppolo e lievito.

Per questo, nella birra Weiss tedesca non troverai mai al suo interno erbe e spezie, come il coriandolo o la scorza d’arancia, come invece puoi trovare in altre tipologie di birre bianche.

Le caratteristiche della birra Weizen

Le birre Weiss sono birre ad alta fermentazione che hanno un colore chiaro torbido (anche se esistono varietà più scure, come le Weissbier Dunkel), un profumo intenso e un sapore deciso e inconfondibile.

Solitamente vengono servite a una temperatura di circa 8/10°C nel loro caratteristico bicchiere (chiamato Weizenglas o Vase), che con la sua forma particolare ha come scopo quello di contenere al meglio l’importante cappello di schiuma tipico delle Weiss – molto denso, bianco e quasi simile alla panna – e per esaltare le sue caratteristiche organolettiche.

Hanno un contenuto di alcol non troppo elevato, generalmente intorno al 5-6% vol.

Tipologie e varianti di Weiss

Ci sono diverse tipologie e varianti della birra Weiss.

Ecco le principali:

  • Hefeweiss. Sono le classiche Weiss bavaresi bionde, le più diffuse, caratterizzate dai lieviti in sospensione non filtrati
  • Kristallweizen, birre filtrate e quindi più limpide, spesso servite con una fetta di limone
  • Dunkelweizen, le birre Weiss scure – ad esempio rosse
  • Weizenstarkbier, birre Weiss con un contenuto alcolico maggiore
  • Weizenbock, una variante di birra Weiss fermentata con la tecnica bock
  • Weizen-Eisbock, una Weizendoppelbock distillata a freddo.

Quali sono le migliori birre Weiss?

Esistono numerose marche di birra Weiss, sia tra le birre industriali che tra le birre artigianali.

Tra le più conosciute sicuramente è la Franziskaner, un birrificio tedesco con sede a Monaco di Baviera fondato dal mastro birraio Seidel Vaterstetter nel 1363.

Le birre prodotte dalla Franziskaner sono di molteplici tipologie e pronte a soddisfare ogni palato:

  • Naturtrüb: hefeweizen non filtrata
  • Dunkel: weizen scura
  • Kristallklar: weizen filtrata
  • Leicht: più leggera
  • Royal: più forte
  • Alkoholfrei: weizen analcolica
  • Alkoholfrei Holunder: weizen analcolica aromatizzata al sambuco.
  • Alkoholfrei Zitrone: weizen analcolica aromatizzata al limone.
  • Alkoholfrei Blutorange: weizen analcolica aromatizzata all’arancia.

Un’altra marca anche più conosciuta e diffusa in tutto il mondo è la Paulaner, la regina indiscussa dell’Oktoberfest.

Conclusioni

Molto probabilmente, hai già degustato una birra Weiss in passato. Ma se così non fosse, allora devi assolutamente rimediare!

Perfetta sia per le stagioni calde, quando hai bisogno di qualcosa di frizzante e fresco, sia per i giorni più freddi, quando hai voglia di una birra più corposa e avvolgente, la Weiss è davvero una birra versatile che sa spesso ammaliare anche i palati più raffinati.

Non dimenticarti anche di scegliere il giusto bicchiere, di spillarla a regola d’arte e di degustare la tua birra con tutti i tuoi sensi per vivere un’esperienza sensoriale indimenticabile, magari con la guida attenta dal tuo publican di fiducia.

Non ci resta quindi che alzare i boccali e fare un brindisi.

Alla nostra! 🍺

E mi raccomando: bevi sempre consapevolmente!

Francesco

Condividi l'articolo

FRANCESCO SELICATO

FRANCESCO SELICATO

Beer Blogger per passione, amante della birra per vocazione. Sul mio blog racconto e trasformo qualsiasi birra nella migliore esperienza sensoriale possibile.

Leggi la mia storia
POTREBBERO INTERESSARTI

Questo articolo ha 4 commenti.

  1. Fabio

    Kristallweizen, birre filtrate e quindi più limpide, spesso servite con una fetta di limone.
    Non sono un esperto e può essere che mi sbaglio ma da quanto so la kristall non è filtrata ma bensì non gli vengono aggiunti i lieviti che invece ci sono nelle altre varianti e che le rendono un po torbide.

    1. Francesco Selicato

      Le Kristallweizen sono birre filtrare adatte per ogni situazione

  2. Checco

    A me risulta , avendo abitato in Baviera, che la Weizen (che in tedesco vuol dire frumento) è di solo frumento, mentre la weiss ( lo dice l’etichetta) è misto malto frumento e orzo.

    1. Francesco Selicato

      Entrambi i termini hanno lo stesso significato, Weizen significa frumento, Weiss significa “bianco” e quindi stesso colore del frumento.

      Qual è la tua preferita che hai bevuto in Baviera?

Lascia un commento

francescoselicato.it

Il primo blog di un Publican dedicato al mondo Birra. Storie, spunti e contenuti di valore per tutti gli appassionati.

Seguimi sui Social