Nozioni

I 4 ingredienti della birra: cereali, luppolo, lievito e acqua. Ecco le loro caratteristiche

Nonostante sia una bevanda molto antica, gli ingredienti della birra e il suo processo di produzione sono pressoché identici a millenni fa.

Nel corso della storia della birra, quindi, tutto è rimasto immutato e le tecniche di produzione sono rimaste invariate, anche se si sono perfezionate grazie alla nascita di nuovi strumenti più tecnologici.

In questo articolo andremo alla scoperta degli ingredienti della birra, quegli stessi ingredienti utilizzati fin dagli albori di questa bevanda e che l’hanno resa talmente celebre da essere celebrata dalle divinità del passato.

Gli ingredienti della birra

Per fare la birra si ha bisogno soltanto di 4 ingredienti:

  • i cereali
  • l’acqua
  • il lievito
  • il luppolo.

E probabilmente è proprio la semplicità di questi ingredienti che hanno reso questa bevanda una delle più buone e consumate al mondo.

Ma scendiamo ancora più nel dettaglio e vediamo gli ingredienti della birra a uno a uno nello specifico.

I cereali (il malto)

orzo birra

Tra gli ingredienti della birra, particolare rilievo lo assume senza dubbio la scelta dei cereali. I mastri birrai preferiscono utiizzare l’orzo, anche se questo può venire addizionato anche a molti altri cereali. I più utilizzati sono:

  • il riso
  • il mais
  • il frumento
  • la segale.

Per trasformare i cereali in birra, però, i cereali non vengono utilizzati così come sono ma vengono sottoposti a un particolare processo chiamato maltazione, che porta a ottenere il malto di cereali. Il malto, infatti, a differenza del cereale grezzo, può venire fermentato dai lieviti che verranno aggiunti in seguito per produrre la birra.

Per ottenere la maltazione, l’orzo e gli altri cereali vengono immersi in particolari vasche e vengono lasciati macerare in acqua tiepida. L’orzo riceve così ossigeno e umidità per la germinazione, ossia la nascita di un piccolo germoglio sulla sommità del chicco.

Quando il cereale è germinato, abbiamo ottenuto il nostro malto, che verrà successivamente tramutato in mosto.

Esiste anche un’altra possibilità: quella di produrre una birra gluten free, adatta per chi soffre di celiachia. In questo caso la birra viene deglutinata oppure vengono utilizzati cereali senza glutine, come ad esempio:

  • il riso
  • il sorgo
  • il grano saraceno
  • la quinoa,
  • il miglio.

Il luppolo

luppolo

Il luppolo (Humulus lupulus) è una pianta a fiore appartenente alla famiglia delle cannabacee. Per produrre la birra viene utilizzato solo il luppolo con infiorescenze femminili perché sono più profumate e donano alla birra quel tocco amaricante e aromatizzante.

Esistono centinaia di varietà di luppolo ma possono vengono generalmente classificati in 3 gruppi, che indica anche la funzione specifica del luppolo:

  • Luppolo da amaro, che conferisce un sapore più amaro alla birra
  • Luppolo da aroma, che rilascia aromi fruttati, speziati o floreali
  • Luppolo ambivalente, con Alfa Acidi elevati e che dona sapore e carattere alla birra.

Il lievito

lievito per birra

Tra gli ingredienti della birra troviamo anche il lievito, un ingrediente attivo che converte gli zuccheri del malto in alcol e anidride carbonica, durante la fermentazione, il processo in cui i lieviti si  riproducono e attaccano gli zuccheri del mosto, sprigionando anidride carbonica e alcol e trasformando il mosto in birra.

In base al tipo di fermentazione che viene attuato ma anche al numero di fermentazioni che vengono effettuate, al tipo e alla quantità di lievito utilizzato e alla temperatura, la birra acquisisce il suo particolare e distintivo sapore, il suo profumo e la sua aroma.

I lieviti vengono anche distinti in due grandi gruppi: quelli per l’alta fermentazione e quelli per la bassa fermentazione. Vediamoli più da vicino.

Alta fermentazione

L’alta fermentazione avviene quando al mosto si aggiungono i lieviti Saccharomyces cerevisiae, ossia quello che viene comunemente lievito di birra.

In questo caso, i lieviti fermentati non si depositano sul fondo ma si esauriscono portando le bollicine di anidride carbonica a salire in superficie. Da qua il nome “alta fermentazione”.

Bassa fermentazione

La bassa fermentazione viene invece effettuata a temperature più basse e si ottiene utilizzando i lieviti:

Durante la bassa fermentazione, i lieviti non si esauriscono come avviene nell’alta fermentazione, bensì si depositano sul fondo. Questo processo dà come risultato la birra Lager, dal classico sapore più delicato e fruttato.

L’acqua

acqua di sorgente birra

L’acqua è uno degli ingredienti della birra più importanti durante il processo di produzione della birra perché la sua qualità influisce sia sugli altri ingredienti, sia sul risultato finale.

Per la birra viene utilizzata un’acqua pura, di sorgente, senza cloro e il suo grado di durezza determina anche il tipo di birra che verrà prodotto. Le acque dure, infatti, sono le predilette per le birre Ale mentre quelle più dolci e povere di sali minerali sono invece più indicate per le pils.

Ingredienti extra per birre diverse

Abbiamo visto i 4 principali ingredienti della birra che vengono comunemente usati dalla notte dei tempi per produrre questa speciale bevanda.

Alla birra, però, possono anche essere aggiunti ulteriori ingredienti per dar un sapore diverso al risultato finale.

Ci sono molti ingredienti che possono essere aggiunti, come ad esempio la frutta, le piante e i fiori, le spezie e le erbe aromatiche, il cioccolato o l’acqua di mare, ma anche il miele e il mosto d’uva. In quest’ultimo caso si ottengono le birre IGA, dei veri e propri anelli di congiunzione tra il vino e la birra.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da FRANCESCO SELICATO (@francesco.selicato) in data:

Conclusioni

Il segreto del successo della birra è senza dubbio la scelta dei suoi quattro ingredienti: luppolo, malto di cereali, lievito e acqua. Una ricetta semplice ma che dà vita a una delle bevande più amate nel mondo e nella storia dell’uomo.

A questi ingredienti, come abbiamo visto, possono venire aggiunti anche “ulteriori ingredienti speciali” che conferiscono alla birra un’aroma nuovo. Se hai voglia di una birra con un particolare gusto, allora non ti resta che chiedere consiglio al tuo publican di fiducia: lui saprà sempre quale birra consigliarti!

Tu conoscevi già gli ingredienti della birra? Conosci birre prodotte con l’aggiunta di ingredienti molto strani o insoliti? Fammelo sapere nei commenti qua sotto!

Alla nostra! 🍺

E mi raccomando: bevi sempre consapevolmente!

Francesco
Il publican

About author
Publican per professione, amante della birra per vocazione. Di giorno scrive per il suo blog, di notte trasforma qualsiasi birra nella migliore esperienza sensoriale possibile.
Articles

Per te in regalo la prima guida con 7 accorgimenti per riconoscere una BIRRA PERFETTA