p3 brewing
Picture of Francesco selicato

Francesco selicato

P3 Brewing: Il punto di riferimento per la birra a Sassari

In Sardegna, P3 Brewing si afferma come il fulcro originale per gli appassionati di birra del territorio sassarese. Fondato come il primo birrificio della zona, ha introdotto al palato dei sassaresi birre fino ad allora sconosciute o poco diffuse, in un’epoca, quella antecedente al 2012, in cui il panorama birrario locale si limitava a una ristretta cerchia di appassionati e a molte birre importate e ossidate, pratica comune in quegli anni.

La nascita di P3 Brewing è frutto dell’iniziativa di Giacomo Petretto, homebrewer appassionato, e del suo socio Pierpaolo Peigottu. Insieme, hanno allestito la loro prima area produttiva nella zona industriale di Predda Niedda, a nord della città.

In questo articolo, andiamo alla scoperta di P3 Brewing, attraverso una visita dettagliata che svela la ricca storia di questo birrificio. Quindi, stappa la tua birra preferita e preparati a un viaggio affascinante: oggi ti voliamo in Sardegna!

Di cosa parliamo in questo articolo?

Il Birrificio 

P3 Brewing, il cui nome è una stilizzazione del soprannome sassarese per Petretto, “Piddrè”, si è distinto come pioniere nella regione introducendo birre riccamente luppolate, non solo a Sassari ma in gran parte della Sardegna. Per dare un’idea, la loro prima creazione, la Speed, una Golden Ale di ispirazione inglese, era già considerata “troppo” amara per i palati abituati principalmente a lager industriali.

La vera svolta è arrivata con la loro English IPA di punta, la 50 Nodi, pluripremiata e riconosciuta come una vera e propria pietra miliare nella diffusione degli stili di birra più audacemente luppolati in Sardegna. A seguire, la produzione della Turkunara, un’Imperial Stout che rievoca la classica birra stout inglese del periodo “pre-social media dolcificati”.

Queste tre birre erano già ben consolidate nell’esperienza di homebrewing di Giacomo Petretto e hanno rappresentato il nucleo iniziale dell’offerta del birrificio. Successivamente, sono state introdotte altre birre che oggi costituiscono una parte importante del portfolio di P3 Brewing: la Riff, una Session White Ale, la 100 Nodi, una Imperial IPA, la Iarda, una Best Bitter e la Jordi, una Saison.

Con questi stili classici e facilmente beverini, il birrificio ha riscosso un notevole successo, contribuendo significativamente alla piccola rivoluzione della birra artigianale che ha preso piede anche a Sassari.

Nel 2020, in risposta alle sfide imposte dalla pandemia, P3 Brewing ha trasferito la sua sede nella posizione attuale a Giagamanna, più vicina alla parte settentrionale della città, dove è stata inaugurata anche la loro tap room.

La Tap Room di P3 Brewing

La tap room annessa a P3 Brewing rappresenta la realizzazione di un sogno per Giacomo e Pierpaolo, un elemento chiave del vasto processo di rinnovamento e modernizzazione dell’impianto produttivo. Il fulcro dell’offerta rimane la produzione di birre riccamente luppolate, arricchita da nuove etichette come la 131, la West Coast Sardinia e la 079, con una produzione esclusivamente in bottiglia, seguendo una precisa scelta concettuale.

La presenza della tap room riveste un ruolo cruciale, permettendo ai fondatori di avere un contatto diretto con i clienti e di comprendere meglio le loro preferenze, superando i limiti della precedente interazione mediata dai vari publican. La clientela è eterogenea, comprendendo lavoratori della zona in cerca di un pranzo o di un ristoro post-lavoro, turisti appassionati e semplici amanti della buona birra artigianale a km zero.

Dotata di un impianto a 9 vie più una pompa a mano, direttamente collegati alla cella frigorifera situata nella zona produttiva a vista, la tap room sfoggia un’atmosfera che ricorda le tap room americane, con tavoli, divani e un’illuminazione soffusa.

L’offerta gastronomica si concentra sui prodotti del territorio: l’ambiente cucina, essenziale, propone taglieri e panini con salumi e formaggi locali, selezionati tra le migliori produzioni alimentari della provincia. Eventi tematici e serate speciali arricchiscono l’esperienza, come la preparazione della tradizionale “favata sassarese” durante il periodo di carnevale.

p3 brewing 00

Il concetto di “Taproom Reale” è fondamentale: l’intento non è quello di trasformare lo spazio in un ristorante o in un locale notturno, ma di mantenere il focus sulla birra, essenza dell’esperienza P3 Brewing. Gli eventi con musica dal vivo sono previsti una volta al mese, senza che diventino un appuntamento fisso settimanale. La priorità rimane sempre la birra, protagonista indiscussa dello spazio e dell’esperienza offerta.

Offerta
Il quaderno della birra
  • Editore: Kellermann Editore
  • Autore: Francesco Selicato , Roberto Da Re Giustiniani
  • Collana: I quaderni
  • Formato: Libro in brossura
  • Anno: 2022

Conclusioni

La qualità e il profondo legame con il territorio rappresentano i pilastri su cui si erge P3 Brewing. Il richiamo al territorio non si limita solo alle materie prime ma si estende anche ai nomi delle birre e persino al logo del birrificio, che prende ispirazione da una storica locomotiva esposta in una piazza di un vivace quartiere della città.

Le birre di P3 Brewing sono caratterizzate da una luppolatura intensa e da una gradevole bevibilità, arricchite da produzioni “one-off” che sorprendono e deliziano, spesso con l’aggiunta di ingredienti speciali come il peperoncino, mantenendo però la promessa di non produrre mai una birra weiss.

Se ti trovi a Sassari e sei un appassionato di birra, P3 Brewing è una tappa obbligata: un luogo unico nel suo genere, dove la passione per la birra artigianale si fonde con l’amore per il territorio. Non perderti questa perla di artigianalità e tranquillità, un vero e proprio rifugio per chi ama la birra di qualità.

E se hai già avuto il piacere di visitare P3 Brewing, condividi la tua esperienza qui sotto!

Articolo di Luigi Coradduzza

Condividi l'articolo

Picture of FRANCESCO SELICATO

FRANCESCO SELICATO

Beer Blogger per passione, amante della birra per vocazione. Sul mio blog racconto e trasformo qualsiasi birra nella migliore esperienza sensoriale possibile.

Leggi la mia storia

francescoselicato.it

Il primo blog di un Publican dedicato al mondo Birra. Storie, spunti e contenuti di valore per tutti gli appassionati.

Seguimi sui Social