cenosillicafobia
Francesco selicato

Francesco selicato

Cenosillicafobia: la fobia del bicchiere vuoto. Patologia o fake?

Se hai già letto il mio articolo dove ho parlato della 50 curiosità sulla birra, avrai scoperto che esiste una fobia davvero strana che riguarda proprio il bere: la cenosillicafobia.

Ma che cos’è? Qual è l’etimologia di questa parola? E come si manifesta?

Se sei curioso di trovare una risposta a queste domande, sei nel posto giusto! In quest’articolo ti parlerò infatti di una fobia assurda, la cenosillicafobia, che può colpire chi beve una birra.

Mettiti comodo, prendi il tuo bicchiere di birra e immergiti nella lettura!

Cos’è la cenosillicafobia: significato ed etimologia della parola

Il temine “cenosillicafobia” o “cenosillicaphobia” non compare in nessun dizionario. Questo ci fa pensare che questo termine sia un neologismo nato su internet qualche anno fa.

Il significato di questa parola è semplicemente

la paura di trovarsi con il bicchiere vuoto

Anche l’etimologia del termine non è particolarmente chiaro. Le tesi più accreditate dicono che la parola cenosillicafobia derivi dall’unione di parole del gredo antico:

  • kenos, che significa “vuoto”
  • kylix, che significa “coppa, bicchiere”
  • phobia, che significa appunto fobia o paura.

Da questi termini, sembra quindi nata la parola cenosillicafobia, con il significato di una fobia immotivata e irrazionale quando ci troviamo di fronte a un bicchiere (di birra?) vuoto.

Come si manifesta

La cenosillicafobia si manifesta provando ansia e panico quando ci ritroviamo a bere un boccale di birra e iniziamo a intravedere il fondo del bicchiere.

Chi soffre di questa patologia può quindi vivere dei veri e propri attacchi di panico davanti a un bicchiere di birra vuoto oppur mostrare un atteggiamento nervoso e aggressivo.

Quale sarebbe quindi il rimedio per questa fobia? Molto semplice: farsi qualche colloquio con uno psicoterapeuta o molto semplicemente ordinando una nuova birra!

Sono tanti i magazine online che accreditano la cenosillicafobia come una patologia riconosciuta, anche se non se ne trova traccia né sui più importanti dizionari ed enciclopedie, come il Treccani o Wikipedia, né sui portali medici principali, come il National Library of Medicine o il celebre PubMed, proprio come puoi vedere dallo screenshot qua sotto.
Cenosillicaphobia

Ma quindi la cenosillicafobia esiste davvero oppure è solo una trovata del mondo di internet?

La cenosillicafobia esiste davvero?

Facendo alcune ricerche sul web riguardo alla cenosillicafobia, mi sono incuriosito del fatto che di questa fobia non esiste alcuna pagina Wikipedia.

Oppure sì?

In realtà esiste su Wikipedia come articolo cancellato nel lontano 2005.

Le motivazioni della cancellazione sono chiari:

Probable nonsense, it’s not in my rather large OED, answers.com dictionary or my (admittedly old edition second hand) medical dictionary, and gets 47 google results, of which several are wikipedia+mirrors and none appear to be verifiable and look a lot like jokes to me.

Delete. A Google search shows it’s a joke, and not a very common one at that.

Sembra quindi che la cenosillicaphobia in realtà sia solo un grande scherzo di internet e che non sia una reale patologia. Ma se vuoi fare la prova del nove, guarda attentamente quest’immagine:

cenosillicafobia

Se sei in preda a sudorazione fredda, ansia e attacchi di panico, allora probabilmente la cenosillicafobia esiste davvero e tu ne sei affetto.

Se così fosse, niente paura: riempi il bicchiere di nuovo e passa tutto!

Conclusioni

La cenosillicafobia ha diviso il web, tra chi afferma che sia una patologia esistente che affligge alcuni bevitori e chi invece grida alla fake news, creata per divertire il popolo del web e sbeffeggiare gli amanti della birra che –ammettiamolo, dai!– soffrono un po’ tutti di cenosillicafobia!

Tu invece cosa ne pensi di questa particolarissima patologia? Secondo te è una fobia esistente e reale o un fake creato sul web?

Fammi conoscere la tua opinione scrivendola qua sotto nei commenti. Non vedo l’ora di leggerla!

E… alla nostra! 🍺

Mi raccomando: bevi sempre consapevolmente!

Francesco

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
Condividi su email
FRANCESCO SELICATO

FRANCESCO SELICATO

Publican per professione, amante della birra per vocazione. Di giorno scrive per il suo blog, di notte trasforma qualsiasi birra nella migliore esperienza sensoriale possibile.

Tutti gli articoli
POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

francescoselicato.it

Il primo blog di un Publican dedicato al mondo Birra. Storie, spunti e contenuti di valore per tutti gli appassionati.

Seguimi sui Social