Monoq
Picture of Francesco selicato

Francesco selicato

NOMOQ: lattine personalizzate che devi avere nel tuo birrificio

Quante volte entra in gioco la psicologia quando devi scegliere una birra al pub? Te lo dico io: spesso, e molte volte non ce ne rendiamo nemmeno conto. È su questo tema che si concentra l’argomento di questo articolo. Sto parlando di NOMOQ, un’azienda che combina la birra con la psicologia grazie alla personalizzazione completa e totale delle proprie lattine.

Questo è solo l’inizio, perché sia che tu gestisca un birrificio, sia che tu sia semplicemente un appassionato di birra, prima di essere apprezzata per il suo gusto, una birra deve anche essere attraente a prima vista. Come si suol dire, l’abito fa davvero il monaco.

Oggi voglio raccontare una storia interessante che può aggiungere valore alle proprie birre grazie a una personalizzazione unica e senza rivali. Non mi limiterò solo a raccontare, ma nelle conclusioni esprimerò anche il mio parere da appassionato di birra.

Pronti per scoprire NOMOQ, l’azienda leader nella produzione di lattine per birra completamente personalizzate?

Di cosa parliamo in questo articolo?

L’azienda

Nomoq, con basi produttive in Germania e Inghilterra, è entrata nel mio radar quando ho avuto il piacere di incontrare parte del team durante uno dei loro numerosi eventi espositivi. Ciò che mi ha maggiormente colpito è stata la passione con cui hanno illustrato la loro missione: affermarsi nel mercato globale della birra offrendo una soluzione altamente specifica e richiesta dai birrifici, ovvero la personalizzazione completa delle lattine.

NOMOQ si distingue per la sua politica di nessuna quantità minima d’ordine, stabilendo “1” come nuovo minimo per gli ordini, facilitando così sia i grandi marchi sia i piccoli produttori nell’immettere sul mercato le proprie birre in lattine innovative, grazie alla tecnologia di stampa serigrafica. Sono rimasto impressionato dal loro motto: “non ci poniamo limiti, l’unico limite è l’immaginazione di chi decide di personalizzare le proprie lattine”.

Diversamente dalle tradizionali aziende di stampa digitale, NOMOQ ama trasformare le lattine di alluminio in vere e proprie opere d’arte, permettendo così alla birra di sfoggiare un packaging degno di nota. L’obiettivo è andare oltre le convenzionali lattine dal design mediocre e indistinguibile, per offrire qualcosa che meriti veramente attenzione e apprezzamento.

Monoq4

I punti di forza di NOMOQ

Sono sicuro che ti sarai chiesto se questo articolo sia una promozione esclusivamente dedicata a NOMOQ, vero?

E, leggendolo fin qui, sarebbe anche logico pensarlo. Tuttavia, come ben sai, io mi limito a raccontare storie significative e a parlare di aziende che, nel mondo della birra che ci accomuna, si distinguono veramente per la loro capacità di creare valore. Per quanto riguarda NOMOQ, non mi sono limitato a “raccontare l’azienda”.

Mosso dalla curiosità, ho consigliato a un birrificio di usare le loro lattine personalizzate, per poi scoprire quali fossero i veri punti di forza. E credimi, sono molti di più di quanto si possa immaginare se non si è direttamente coinvolti nel settore birrario.

Quindi, con un rullo di tamburi, ecco i motivi per cui dovresti considerare l’uso delle lattine personalizzate NOMOQ per il tuo birrificio!

Innanzitutto, esse aumentano il valore percepito della tua birra. Non sto parlando solamente di valore estetico; le comuni lattine, che richiedono l’applicazione manuale dell’etichetta della birra, lasciano spazi neutri sopra e sotto di essa. NOMOQ, invece, offre una lattina interamente personalizzata grazie alla stampa in serigrafia su tutta la superficie, rendendo ogni centimetro del contenitore completamente brandizzato.

Inoltre, rispetto all’uso di etichette manuali sulle classiche lattine, NOMOQ permette di risparmiare tempo prezioso in birrificio. Non dovrai più trascorrere ore a etichettare le lattine, ma solo a riempirle. Immagina il lavoro risparmiato, le risorse meglio distribuite, e il tempo che potrai dedicare alla produzione di più birra, senza dimenticare che questo tempo ha un costo, che grazie a NOMOQ verrà ridotto.

Ordinare le lattine personalizzate NOMOQ è estremamente semplice, un aspetto fondamentale quando si gestisce un birrificio e il tempo è una risorsa preziosa. Se pensi a quanto tempo si perda in processi complessi per ordinare forniture, tra email, confronti e attese per le risposte, potrai apprezzare la facilità con cui NOMOQ semplifica questo processo. Con pochi clic su un portale dedicato, dove ti viene creato un account personale, avrai accesso a tutte le informazioni sullo stato di avanzamento del tuo ordine, tutto comodamente dal tuo smartphone. Inoltre, una volta pronto il tuo campione, te lo invieranno gratuitamente al birrificio, permettendoti di valutare fisicamente quello che poi diventerà il tuo ordine finale.

Un altro vantaggio notevole è l’assenza di un ordine minimo: puoi ordinare da una singola lattina fino a milioni di pezzi. Questo elimina la necessità di ordinare grandi quantità di lattine neutre da etichettare manualmente, un processo che non solo è dispendioso in termini di tempo ma anche economicamente sfavorevole. Con NOMOQ, puoi dimenticare questi problemi.

Potresti pensare che i costi siano elevati, ma sarai sorpreso di scoprire che i prezzi sono in linea con quelli del mercato attuale per le lattine da etichettare manualmente. Considerando il tempo risparmiato dall’etichettatura, il costo effettivo è ancora più conveniente. Per maggiori informazioni, inclusi i prezzi e la possibilità di ricevere preventivi dettagliati e personalizzati, tutto è disponibile sul loro sito web.

Monoq App

In aggiunta, è possibile richiedere un campione gratuito del loro “pack simpatico”, che verrà inviato direttamente al tuo birrificio. Questo ti permetterà di esaminare da vicino le varie personalizzazioni e i diversi formati disponibili per le lattine, offrendoti un’anteprima tangibile della qualità e delle opzioni offerte da NOMOQ.

Conclusioni

Ora passiamo al mio punto di vista. È vero che in questo articolo nessun birraio è stato maltrattato (chiedo venia a Davide del Birrificio Bevessere), ma vorrei condividere la mia esperienza personale come beer blogger e appassionato di birra.

Nella scelta della birra, la psicologia gioca un ruolo fondamentale. Immagina di dover scegliere tra diverse lattine: a prima vista, una ti colpirà più delle altre. Personalmente, avendo toccato con mano le lattine prodotte da NOMOQ, ho percepito un valore aggiunto significativo. Questo fa sì che la birra parta già con alte aspettative. E quando una birra è buona, tutto ciò che la riguarda deve essere all’altezza, inclusa la confezione. NOMOQ ha centrato il bersaglio con questa strategia. Posso assicurare che nulla è lasciato al caso: anche la percezione tattile delle lattine nelle mani è sorprendentemente piacevole.

Se gestisci un birrificio o lavori nel settore, non perdere l’occasione di provare NOMOQ e di ricevere la box con le loro lattine. A mio avviso, questa azienda ha tutte le carte in regola per fare grandi cose in Italia, e sarò ben felice di poter dire tra qualche anno: “Lo sapevo già!”

Sono curioso di sapere la tua opinione in merito a questo argomento o su quali strategie adotti per il tuo birrificio. Condividi le tue esperienze qui sotto; non vedo l’ora di approfondire la discussione.

Mi raccomando: bevi sempre consapevolmente.

Francesco

Condividi l'articolo

Picture of FRANCESCO SELICATO

FRANCESCO SELICATO

Beer Blogger per passione, amante della birra per vocazione. Sul mio blog racconto e trasformo qualsiasi birra nella migliore esperienza sensoriale possibile.

Leggi la mia storia

francescoselicato.it

Il primo blog di un Publican dedicato al mondo Birra. Storie, spunti e contenuti di valore per tutti gli appassionati.

Seguimi sui Social