Hop Control
Picture of Francesco selicato

Francesco selicato

Hop Control: rivoluzione nel mondo della birra artigianale

Il mondo della birra artigianale ha accolto con entusiasmo l’arrivo di Hop Control, un software all’avanguardia presentato durante il Beer&Food Attraction il 19 febbraio 2024. Questa innovazione, introdotta dal rinomato esperto Lorenzo Dabove, noto come Kuaska, segna un punto di svolta per i birrai e gli appassionati di birra.

Da ora, chiunque può accedere a Hop Control acquistando una licenza annuale sul sito ufficiale L’utilizzo di Hop Control è intuitivo e non richiede installazioni: basta registrarsi sul sito per iniziare a sfruttare tutti i suoi vantaggi direttamente dalla piattaforma web. E per chi è sempre in movimento, sarà presto lanciata anche un’app mobile dedicata.

Dietro Hop Control ci sono gli ingegneri Enrico e Giulio Mollica, i quali hanno dedicato oltre un decennio alla ricerca e allo sviluppo di questo strumento, in stretta collaborazione con il Birrificio Dada di Correggio, che ha co-finanziato il progetto. Il software gode del sostegno di partner di spicco nel settore, tra cui Mr Malt, Italian Hops Company e Brewing Trade, consolidando ulteriormente la sua reputazione e affidabilità.

Una metodologia rivoluzionaria

Hop Control si distingue per la sua metodologia unica, che permette di confrontare e ottimizzare le luppolature partendo da una base di riferimento. Questo approccio, incentrato sull’ottimizzazione e sulla riduzione dei costi, consente agli utenti di identificare immediatamente come migliorare la propria luppolatura, minimizzando le prove necessarie e i relativi costi di produzione.

Il cuore di questa metodologia rivoluzionaria si articola su tre pilastri fondamentali:

  • Algoritmo Avanzato: Al centro dell’innovazione c’è un algoritmo sofisticato, frutto di anni di studi e ricerche sugli oli essenziali del luppolo. Questo strumento permette di analizzare e confrontare le luppolature in modo preciso, offrendo agli utenti la possibilità di ottimizzare le proprie ricette in termini di aroma e costo.
  • Calibrazione Affidabile: La metodologia si avvale di una calibrazione meticolosa, sviluppata grazie a test e sperimentazioni condotte in collaborazione con il Birrificio Dada. Questo processo assicura che le previsioni del software siano estremamente affidabili, permettendo di raggiungere il profilo aromatico desiderato con maggiore precisione.
  • Database Completo: Hop Control offre accesso a un database estensivo, che include oltre 250 varietà di luppolo. Ogni varietà è dettagliatamente descritta, con informazioni specifiche sugli oli essenziali e sulle caratteristiche aromatiche. Questo ricco archivio di dati è fondamentale per guidare gli utenti nella scelta dei luppoli più adatti alle loro esigenze, sostenendo una personalizzazione senza precedenti delle ricette.

Attraverso questi pilastri, Hop Control si pone come un vero e proprio cambiamento di paradigma nel mondo della birra artigianale, offrendo agli appassionati e ai professionisti del settore uno strumento potente per esplorare nuove possibilità creative, ridurre i costi e migliorare la qualità delle proprie birre.

Il database in evoluzione: un futuro ricco di novità

L’evoluzione del database di Hop Control rappresenta uno degli aspetti più stimolanti del progetto, grazie alla preziosa collaborazione con Italian Hops Company. Questa partnership sta aprendo la strada all’inclusione di varietà di luppolo autoctone italiane, arricchendo il già vasto database con nuove opzioni per i birrai alla ricerca di profili aromatici unici e distintivi.

Al momento, il database si avvale di parametri standardizzati come Alfa Acidi, Beta Acidi e i contenuti dei principali oli essenziali, fornendo valori medi basati su letteratura scientifica e schede tecniche dei fornitori. Questo approccio garantisce agli utenti una base di dati affidabile e rappresentativa delle varietà di luppolo disponibili a livello mondiale.

Hop Control1

La novità più entusiasmante riguarda però l’imminente introduzione di tecniche avanzate di estrapolazione. Sfruttando algoritmi di Intelligenza Artificiale, sarà possibile stimare con maggiore precisione il contenuto degli oli essenziali per ogni lotto di luppolo, basandosi esclusivamente sui dati degli Alfa Acidi. Questo significa che gli utenti potranno ottenere previsioni ancora più accurate del profilo aromatico della birra, personalizzando le loro ricette con un livello di dettaglio senza precedenti.

Questo passo avanti nella gestione dei dati non solo amplia le possibilità creative dei birrai ma segna anche un punto di svolta nell’ottimizzazione delle risorse, consentendo una selezione del luppolo più informata e mirata. Con l’arricchimento costante del database e l’introduzione di queste nuove tecnologie, Hop Control si conferma come strumento all’avanguardia nel panorama della birra artigianale.

Procedura di calcolo in Hop Control: dati e risultati

La precisione di Hop Control si basa sull’inserimento di dati specifici, che permettono di effettuare calcoli dettagliati per la personalizzazione della luppolatura. Gli input richiesti includono:

  • Stile BJCP di riferimento: Ogni stile di birra ha un range specifico di IBU e BU/OG, oltre a un diagramma radar di riferimento per confrontare i risultati del calcolo.
  • Volume in fermentazione: Quantità di birra che sarà fermentata.
  • Densità a fine bollitura: Indica la concentrazione di zuccheri nel mosto prima della fermentazione.

Per ogni aggiunta di luppolo si richiedono dati come:

  • Varietà di luppolo
  • Quantità utilizzata
  • Modalità di utilizzo (Bollitura, Whirlpool, Dry Hopping)
  • Tempo di bollitura
  • Ore di Dry Hopping
  • Tipologia di luppolo (pellet, coni secchi, coni freschi)

Nei prossimi aggiornamenti del software saranno introdotte opzioni di luppolatura più sofisticate, consentendo di gestire in maniera più accurata l’aggiunta in Whirlpool (controllando sia la temperatura che il tempo) e permettendo all’utente di inserire anche modalità di luppolatura come il FHW, il DIP hopping ed il Mash Hopping.

Risultati della procedura

I risultati del calcolo offerti da Hop Control sono visualizzati attraverso diagrammi intuitivi e includono:

  • IBU e rapporto BU/OG: Verificano che la luppolatura rispetti i range di stile BJCP.
  • Total hoppy level: Un indicatore, da 0 a 5, che riflette il livello di luppolatura secondo lo studio di Machado & Lehnhardt.
  • Bitter quality: Un indicatore innovativo sulla qualità dell’amaro, basato sul contenuto di cohumulone rilasciato durante la bollitura.
  • Beta-to-Alpha Acid ratio: Un rapporto che fornisce indicazioni sulla qualità della luppolatura, con valori più alti per l’uso di luppoli nobili.
  • Humulene/Caryophyllene ratio: Un rapporto che aiuta a identificare le caratteristiche aromatiche principali della luppolatura, come aroma floreale, erbaceo o speziato.
  • Contenuto di olii essenziali: La somma normalizzata dei principali oli essenziali (mircene, umulene, farnesene, cariofilene, linalolo e geraniolo), rapportata alla soglia di percezione.

Diagramma radar: innovazione chiave

Il diagramma radar rappresenta l’output principale e più originale di Hop Control, fornendo una stima visiva del profilo aromatico finale. Questo diagramma unisce le qualità aromatiche delle varietà di luppolo selezionate, considerando la modalità e il tempo di aggiunta, per offrire una visione completa dell’impatto aromatico sulla birra. Le categorie aromatiche incluse sono:

  • Citrus
  • Tropical Fruit
  • Stone Fruit
  • Berry
  • Floral
  • Grassy
  • Herbal
  • Spice
  • Resin/Pine

Hop Control2

Grazie a questa procedura di calcolo avanzata, gli utenti di Hop Control possono esercitare un controllo senza precedenti sull’effetto della luppolatura, confrontando e ottimizzando ricette per raggiungere il profilo aromatico desiderato con precisione e creatività.

Successi innovativi al Birrificio Dada

Dal 2020, il Birrificio Dada di Correggio ha intrapreso un percorso rivoluzionario grazie all’implementazione dell’algoritmo Hop Control, puntando a rinnovare e ottimizzare alcune delle sue birre più rappresentative: Knock-out (American Amber Ale), Youth Attack (American IPA), Khaalesi (Wheat IPA) e Krakken (Double IPA). Guidati dall’innovativo spirito e dalla visione del mastro birraio Enrico Bartoli, l’obiettivo era chiaro: arricchire l’aroma e migliorare la percezione e la qualità dell’amaro delle loro creazioni.

Attraverso un’attenta revisione delle ricette originali, mantenendo invariati gli IBU ma variando tipologie di luppolo, quantità e momenti di aggiunta, il Birrificio Dada ha ottenuto risultati notevoli. Un’importante innovazione è stata l’introduzione di una nuova tecnica di bollitura, progettata per massimizzare l’estrazione degli oli essenziali, fondamentale per arricchire l’aroma e il profilo aromatico delle birre.

Hop Control3

Il miglioramento qualitativo è stato evidente: le degustazioni comparative tra le versioni originali e quelle ottimizzate hanno rivelato un netto arricchimento del bouquet aromatico e un generale aumento dell’equilibrio aromatico. Inoltre, la focalizzazione sul Bitter Quality Index ha permesso di affinare la qualità dell’amaro, rendendolo più gradevole e assicurando un finale lungo e piacevole.

Questi successi non solo hanno consolidato la posizione di innovatore del Birrificio Dada nel panorama birrario, ma hanno anche dimostrato l’efficacia dell’algoritmo Hop Control come strumento di ottimizzazione e personalizzazione delle produzioni birrarie, confermando che la scienza e la tecnologia possono andare di pari passo con l’arte della birrificazione.

Prospettive future per Hop Control: innovazione e ricerca

Nei prossimi anni, Hop Control si appresta a vivere una fase di sviluppo e ampliamento grazie a quattro principali iniziative di ricerca che mirano a potenziare ulteriormente le capacità e l’efficacia di questo strumento rivoluzionario nel mondo della birra artigianale.

Espansione del database con varietà autoctone

Il primo ambito di ricerca riguarda l’ampliamento del database di Hop Control, con un focus particolare sulle varietà di luppolo autoctone italiane. Questo progetto si avvarrà della collaborazione con Italian Hops Company, un’azienda che gestisce un luppoleto di oltre 7 ettari e che lavora sia sulla coltivazione di varietà autoctone italiane, in sinergia con l’Università di Parma, sia sul miglioramento delle varietà luppolo più diffuse in Europa e America.

Ottimizzazione basata su Intelligenza Artificiale

La seconda linea di ricerca prevede l’integrazione di algoritmi di Intelligenza Artificiale (IA) nella procedura di calcolo di Hop Control. Questa innovazione permetterà agli utenti di ottenere rapidamente diverse opzioni di luppolatura basate su specifici obiettivi, quali il diagramma radar desiderato, vincoli sulle varietà di luppolo e range di IBU. Grazie a questa funzionalità, sarà possibile personalizzare ancora di più le ricette birrarie, adeguandole alle esigenze e alle preferenze di ogni birraio.

Algoritmi di IA per nuove correlazioni

Il terzo progetto di ricerca si concentrerà sull’utilizzo degli algoritmi di IA per analizzare i dati e i risultati ottenuti dalle prime due fasi di ricerca. L’obiettivo è identificare macro-correlazioni e pattern che possano servire come linee guida per la definizione di nuove luppolature, semplificando ulteriormente il processo di personalizzazione delle ricette birrarie.

Analisi degli effetti della fermentazione

Infine, un’ulteriore area di studio riguarderà l’influenza della fermentazione sulla luppolatura, con un’attenzione particolare agli effetti delle aggiunte in Dry Hopping. Questo aspetto è cruciale per comprendere come le diverse fasi della produzione birraria interagiscano tra loro e influenzino il profilo finale della birra.

Questi sviluppi testimoniano l’impegno continuo di Hop Control nel promuovere l’innovazione e nel supportare i birrai artigianali e gli appassionati nella creazione di birre sempre più personalizzate e di alta qualità, sfruttando le potenzialità offerte dalla tecnologia e dalla ricerca.

Conclusioni

La metodologia innovativa di Hop Control segna un avanzamento significativo nell’arte della luppolatura. Attraverso l’utilizzo del suo sofisticato algoritmo e un ampio database, Hop Control fornisce previsioni precise sul profilo aromatico finale della birra. Questo consente una produzione più efficiente e accurata, permettendo ai birrai di realizzare birre che corrispondono esattamente alle qualità aromatiche ricercate.

Alla nostra!

E mi raccomando: bevi sempre consapevolmente.

Francesco

Condividi l'articolo

Picture of FRANCESCO SELICATO

FRANCESCO SELICATO

Beer Blogger per passione, amante della birra per vocazione. Sul mio blog racconto e trasformo qualsiasi birra nella migliore esperienza sensoriale possibile.

Leggi la mia storia

francescoselicato.it

Il primo blog di un Publican dedicato al mondo Birra. Storie, spunti e contenuti di valore per tutti gli appassionati.

Seguimi sui Social