difetti della birra
Picture of Francesco selicato

Francesco selicato

I difetti della birra: come riconoscerli e come evitarli

Degustare una birra è un’esperienza incredibile. Ma a volte questa esperienza può diventare negativa a causa di una birra “non buona”, ossia una birra che presenta dei difetti.

I difetti della birra possono infatti alterarne non solo il colore o la consistenza ma anche gli aromi, i profumi e il sapore.

In questo articolo andremo a scoprire più nel dettaglio alcune delle principali imperfezioni che danneggiano una birra, come riconoscerle e soprattutto come evitarle.

I 7 principali difetti della birra

Esistono principalmente 3 tipologie di difetto che possiamo trovare in una birra:

  • difetti olfattivi
  • difetti degustativi
  • difetti visivi.

Vediamo i principali.

1. Sapore di cartone

Se c’è qualcosa che può rovinare rapidamente l’esperienza di sorseggiare una birra fresca è sicuramente il sapore di cartone, che può essere un avvertimento di diversi problemi durante il processo di produzione o di conservazione.

Le cause principali del sapore di cartone della birra includono ad esempio l’ossidazione – che può avvenire quando il mosto o la birra vengono esposti all’aria – o la presenza di clorofenoli, derivati dalla combinazione di cloro e fenoli.

Per evitare il sapore di cartone è quindi fondamentale prestare attenzione a diversi fattori, primo tra tutti ridurre al minimo l’esposizione della birra all’ossigeno durante il processo di fermentazione e di imbottigliamento, utilizzando contenitori e attrezzature adeguati e pratiche igieniche rigorose.

Anche utilizzare acqua priva di cloro e la selezione di ingredienti sempre freschi e di alta qualità riducono il rischio di formazione di clorofenoli, conferendo alla birra una sapore migliore.

2. Sapore metallico

Il sapore metallico è uno dei difetti più fastidiosi che un amante della birra può incontrare durante la degustazione e può derivare da diverse fonti anche se più frequentemente è associato alla presenza di ioni metallici nella birra, come ad esempio ferro o rame.

Una delle principali cause di questo difetto è la contaminazione durante il processo di produzione o di imbottigliamento che spesso avviene quando si utilizzano attrezzature di ferro o alluminio che possono rilasciare ioni metallici nella birra, compromettendone il suo gusto. Anche l’acqua utilizzata durante la produzione, se ricca di metalli, può contribuire al sapore metallico.

3.Odore/sapore di uova marce

L’odore o il sapore di uova marce in una birra è spesso associato alla presenza di composti di zolfo, come l’idrogeno solforato, che possono derivare da processi di fermentazione indesiderati.

Quali sono le cause? Il lievito utilizzato durante la fermentazione può ad esempio produrre e rilasciare idrogeno solforato se le condizioni non sono ottimali, così come una fermentazione troppo calda o la presenza di quantità eccessive di sostanze nutritive possono favorire la formazione di questi composti sgradevoli.

Per evitare l’odore o il sapore di uova marce è quindi essenziale gestire attentamente la fermentazione, controllare costantemente la temperatura durante questo processo e assicurarsi che sia sempre nella gamma appropriata per il lievito utilizzato.

4. Birra “svanita”

Hai presente quando stappi una birra in bottiglia e non senti il classico “pfii“? Quel suono così conosciuto da noi amatori della birra e che fa così:

Questo suono è il modo della birra di dirci che là dentro è tutto ok e che tutte le caratteristiche della birra si sono conservate in modo ottimale. Se questo suono non è presente, ecco che molto probabilmente ti ritroverai tra le mani una birra svanita, caratterizzata da un profilo aromatico debole o addirittura inesistente, senza schiuma e senza frizzantezza.

Una delle principali cause di questa perdita di aroma è l’ossidazione che avviene ad esempio se si è esposto eccessivamente la birra all’ossigeno durante il processo di produzione o di imbottigliamento ma anche se la birra non è stata conservata bene, magari alla luce o a temperature elevate.

5. Sapore alcolico

La birra – si sa – contiene alcol. Ma se escludiamo alcuni stili di birra specifici, questo alcol non deve avere un sapore troppo evidente e creare una sensazione di calore o di bruciore che di fatto sovrasta gli altri profili di gusto.

La presenza di questo forte sapore di alcol è spesso legato al processo di fermentazione e alla gestione del livello di alcol nella birra. Un’iniziale attività di fermentazione troppo vigorosa o una fermentazione prolungata possono infatti portare a un aumento eccessivo del tenore alcolico e la mancanza di un’attenta gestione della temperatura durante la fermentazione può accentuare questo problema.

Per evitare questo difetto della birra, controlla attentamente la temperatura di fermentazione, utilizza ceppi di lievito adatti e monitora costantemente il progresso della fermentazione. E non sottovalutare nemmeno la scelta delle materie prime, in particolare il tipo e la quantità di zuccheri fermentabili, cruciale per mantenere un equilibrio armonioso tra dolcezza e alcol.

6. Sedimenti eccessivi

I sedimenti eccessivi, come particelle in sospensione o depositi solidi, sono un difetto che può compromettere irrimediabilmente sia l’aspetto che la consistenza di una birra, rendendola torbida e fangosa.

Le cause di sedimenti eccessivi possono essere molteplici, ma spesso sono correlate a errori durante la fase di fermentazione o di maturazione. Anche un’eccessiva quantità di residui di lievito o la sedimentazione di particelle proteiche possono contribuire a questo difetto.

7. Sapore di bruciato

Un altro difetto della birra che può compromettere notevolmente l’esperienza di degustazione è il sapore di bruciato, che spesso aggiunge note indesiderate e aspre al profilo aromatico complessivo.

La principale causa di questo sapore indesiderato è spesso la sovratostatura del malto durante la produzione. Se la temperatura e il tempo di tostatura sono eccessivi, infatti, il malto potrebbe sviluppare aromi bruciati che si trasferiscono anche alla birra finita.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto alcuni dei principali difetti della birra che rendono la nostra degustazione un’esperienza da dimenticare.

Poni quindi sempre particolare attenzione sia nella fase di produzione della birra ma anche nella sua fase di conservazione, così da non dare luogo a questi spiacevoli incidenti di percorso.

E per festeggiare, facciamo un brindisi virtuale. Alla nostra!

E. mi raccomando: bevi sempre consapevolmente.

Francesco

Condividi l'articolo

Picture of FRANCESCO SELICATO

FRANCESCO SELICATO

Beer Blogger per passione, amante della birra per vocazione. Sul mio blog racconto e trasformo qualsiasi birra nella migliore esperienza sensoriale possibile.

Leggi la mia storia

francescoselicato.it

Il primo blog di un Publican dedicato al mondo Birra. Storie, spunti e contenuti di valore per tutti gli appassionati.

Seguimi sui Social