Birra in ufficio: il manuale per bere e non farsi licenziare
Picture of Francesco selicato

Francesco selicato

Birra in ufficio: il manuale per bere e non farsi licenziare

Da quando l’idea di “birra in ufficio” è diventata un mio piccolo tormentone personale, ho pensato: perché non condividere i miei trucchi con gli altri?

Eccomi quindi a scrivere questa guida semi-seria su come sorseggiare con stile e discrezione durante le ore di lavoro.

Sì, lo sappiamo tutti, dopo un’intensa giornata di teleconferenze, scadenze e mille email, una birretta fresca suona come una melodia per le orecchie. Ma, ammettiamolo, sorseggiare una birra tra un foglio Excel e una riunione potrebbe non essere proprio in cima alla lista delle “Cose Consigliate”. Non temere, ho studiato (forse anche troppo) sull’argomento e sono qui per guidarti in questa impresa!

Vedremo insieme l’arte di bere birra in ufficio, celebrando i piaceri dell’orzo fermentato senza diventare l’argomento di pettegolezzo del prossimo meeting. Discuteremo insieme di quando è il momento ideale per stappare quella bottiglia, quale birra è la più “ufficio-friendly” e, cosa fondamentale, come fare tutto ciò con una classe ed eleganza da vero agente segreto!

Ma ovviamente, ti darò anche una lista di cose da NON fare assolutamente, perché mentre una birra può essere un piccolo piacere, non vogliamo certo che diventi il motivo del tuo prossimo colloquio con il capo, giusto?

Allora, preparati! Sei pronto a diventare un vero esperto di birra da ufficio? Riempi il tuo bicchiere e iniziamo questo viaggio insieme!

Perché bere birra in ufficio

Mentre molti potrebbero immaginare la scena di una sitcom, ci sono in realtà alcuni motivi (sia seri che meno seri) per cui bere birra sul lavoro potrebbe non essere l’idea più folle del secolo.

  • Zen & Birra: Sei sommerso da scadenze, la tua posta in arrivo esplode e ti stai chiedendo se il prossimo caffè ti trasformerà in Flash? Una birretta potrebbe essere la risposta al tuo desiderio di calmarti. Come? Aiuta a combattere quei piccoli mostri chiamati stress e ansia. E sebbene non ti stia suggerendo di trasformare il tuo ufficio in una birreria, una dose controllata potrebbe aiutarti a rigenerarti per il giorno successivo.
  • L’Effetto Hemingway: Ok, non ti prometto che diventerai il prossimo grande scrittore, ma c’è una certa corrente di pensiero che lega la birra alla creatività. Mentre si potrebbe obiettare che Hemingway e Franklin potrebbero aver avuto successo nonostante la birra, chi siamo noi per giudicare?
  • Brindisi tra Colleghi: Non è un segreto che molte grandi idee aziendali siano nate durante una chiacchierata informale tra colleghi davanti a una birra. Non solo favorisce il legame tra colleghi, ma può anche aiutare a trovare soluzioni inaspettate ai problemi, grazie a una prospettiva più rilassata.

Ora, prima che tutti comincino a stappare bottiglie sotto la scrivania, un piccolo monito: come per tutto, la moderazione è la chiave. Non vogliamo certo che il giorno dopo l’unico brainstorming sia su come spiegare al tuo capo perché hai pensato fosse una buona idea fare una danza interpretativa sul tavolo dell’ufficio. La birra, come ogni genio creativo, ha il suo tempo e il suo posto!

Rischi e conseguenze

Allora, chi di noi non ha mai sognato una fresca birretta tra una chiamata Skype e una relazione noiosa? Magari proprio lì, in ufficio, tra la stampante e la pianta finta.

Ma attenzione! Prima di concederti questo piccolo piacere lavorativo, ricorda che alcune noiose regolette aziendali e quei rompiscatole delle leggi potrebbero non vedere di buon occhio il tuo aperitivo improvvisato. E stranamente, sembra che sorseggiare una birra mentre stai discutendo del budget possa dare un’immagine non proprio “professionale” alla tua azienda. Pazzesco, no?

E, ah, giusto per non dimenticare: bere tanto potrebbe non fare proprio benissimo alla salute, soprattutto se finisci per chiederti perché la tua tastiera sta girando.  In sostanza, bere birra in ufficio può sembrare divertente all’inizio, ma ci sono molti rischi e conseguenze da considerare prima di farlo.

Birra in ufficio: il manuale per bere e non farsi licenziare 1

Il giusto momento per bere birra

Sei a lavoro e pensi: “Eh, ora una birretta ci starebbe proprio bene!”  Però attenzione, perché come per tutto, c’è un’arte nel saper bere birra in ufficio!

Primo, il timing è tutto. Certo, sorseggiare una birra alle 9 del mattino potrebbe farti apparire come un pirata, ma non esattamente come un modello di dipendente dell’anno. E invece, dopo quella riunione in cui il capo ha usato parole come “sinergia” e “paradigma” per l’ennesima volta? Ecco, magari lì una birra potrebbe effettivamente rivelarsi una fonte d’ispirazione.

Poi, non tutte le birre sono uguali. Mentre una birra forte potrebbe renderti troppo “eloquente” con i tuoi colleghi, una leggera potrebbe giusto darti quella spintarella di creatività. Diciamo che stai cercando l’effetto Hemingway, non quello di un membro di un gruppo rock.

E, ovviamente, la discrezione è la chiave. Non vogliamo certo che il reparto risorse umane venga a chiederti se hai “avuto una giornata difficile”, giusto? Quindi usa un bicchiere che non tradisca i tuoi segreti e, per l’amore del cielo, evita di scattare selfie con la tua birra e postarli sui social.

Ricorda, l’arte del bere birra in ufficio è sottile: tra un genio e un buffone, la linea è sottilissima! 

Le birre giuste per il lavoro

Eccoci qua, siamo arrivati al fulcro di questo articolo: quale birra si dovrebbe bere mentre si lavora?

Innanzitutto, non tutte le birre sono uguali, soprattutto quando si tratta di scegliere la compagna perfetta per la tua pausa lavorativa. In uffici formali, dove la cravatta è di rigore e lo sfondo Zoom è sempre quello serio e professionale, una Pilsner leggera e cristallina potrebbe essere la tua migliore alleata. Non vuoi certo che il tuo capo ti veda sorseggiare qualcosa che assomiglia più a un frullato che a una birra, giusto?

Ma se la tua scrivania è accanto a quella di un hipster che parla sempre di quella sua avventura in Tibet e l’ufficio ha una tavola da ping pong, allora forse puoi permetterti una birra Ipa. Quel gusto di luppolo così persistente ti farà sentire come se stessi brindando in una birreria alla moda, anche se sei solo tra le mura del tuo ufficio.

Ad ogni modo, la qualità prima di tutto! Nessuno vuole vedere quella lattina da supermercato con il logo del pollo o del maiale volante. Vai per l’artigianale, quelli che sanno come si fa una birra.

E, ultimo ma non meno importante, con moderazione! Se l’idea è rilassarsi un po’, non vuoi certo finire a cantare karaoke con la webcam accesa durante una videoconferenza. Un bicchiere, e stop!

Consigli utili

Il dilemma eterno: “Bere o non bere (in ufficio), questo è il problema.” Se decidi di esplorare questa audace frontiera, ecco qualche regola d’oro per non trasformare la tua avventura in un fiasco epico.

  • Moderazione: Questo non è il momento per provare se sei un campione di bevuta. L’obiettivo qui è rilassarsi, non cercare di vincere un’immaginaria gara di bevute con te stesso.
  • Tempismo: Sorseggiare una birra durante la videochiamata con il CEO? Forse non è l’idea migliore. E, soprattutto, se stai presentando quel progetto all’intero team, forse quella lattina può aspettare.
  • Sicurezza prima di tutto: Birra e attività pericolose sono un mix… beh, pericoloso. E no, “guidare” la tua sedia da ufficio mentre fai slalom tra le scrivanie non conta come “guidare sobri”.
  • Pulizia: Lasciare tracce del tuo piccolo segreto birraio ovunque? Un grande no-no. Sembra un consiglio da mamma, ma: “Se hai aperto, chiudi. Se hai bevuto, butta.”

Segui questi consigli e potrai concederti quel piccolo piacere senza doverti preoccupare che il tuo badge aziendale venga ritirato il giorno dopo.

Conclusioni

Il piacere proibito di bere birra in ufficio è un po’ come mangiare cioccolato a colazione o indossare pigiama durante le videochiamate (vieni, ammettilo, lo abbiamo fatto tutti). Sì, avere una birretta in mano mentre si sta lavorando potrebbe sembrare come avere un superpotere segreto.

Immagina di essere lì, con la tua lattina fresca, mentre tutti si chiedono perché sei così rilassato mentre stai discutendo del nuovo bilancio trimestrale. O magari quel collega che non ha mai detto una parola ad alta voce potrebbe finalmente raccontarti la sua avventura in Patagonia solo perché hai condiviso una birra con lui.

Però, attenzione! È un territorio rischioso. Come con tutti i superpoteri, vengono grandi responsabilità (grazie, Spider-Man). E, a meno che tu non lavori in una birreria, è meglio andarci cauto.

Ah, e se stai pensando di condividere questo prezioso segreto con i tuoi colleghi, magari non includere il tuo capo nella lista dei destinatari. Altrimenti, potresti scoprire che la tua prossima riunione riguarda “il comportamento appropriato in ufficio”.

E ora la palla passa a te! Fammi sapere se sei pronto a entrare in questo club esclusivo della “pausa birra in ufficio”. E se hai storie divertenti o suggerimenti, scrivili pure.

Alla nostra!

E mi raccomando: bevi sempre consapevolmente!

Francesco

Condividi l'articolo

Picture of FRANCESCO SELICATO

FRANCESCO SELICATO

Beer Blogger per passione, amante della birra per vocazione. Sul mio blog racconto e trasformo qualsiasi birra nella migliore esperienza sensoriale possibile.

Leggi la mia storia

francescoselicato.it

Il primo blog di un Publican dedicato al mondo Birra. Storie, spunti e contenuti di valore per tutti gli appassionati.

Seguimi sui Social